Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di commercio di Vercelli, 13 maggio 2021
Torna alla versione grafica - home

Nuovo Regime di Aiuti per Cooperative



Vercelli, 13 maggio 2021
Ultimo aggiornamento: 28.05.2015



Avvio e sviluppo impresa



default image
default image

NUOVO REGIME DI AIUTI PER COOPERATIVE


Contenuto pagina

NUOVO REGIME DI AIUTI

PER LA PROMOZIONE DELLE COOPERATIVE:

TERMINI E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

 

Con decreto del Ministero dello Sviluppo economico del 4 dicembre 2014 è stato istituito un nuovo regime di aiuti finalizzato alla promozione della nascita e dello sviluppo di società cooperative di piccola e media dimensione.

Possono beneficiare delle agevolazioni le società cooperative regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese; sono escluse le imprese operanti nel settore della pesca e dell'acquacoltura, ai sensi del Regolamento (UE) n. 1379/2013 e nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli di cui all'allegato I del TFUE.

Per l'ammissibilità è necessario che la società finanziaria che eroga il finanziamento agevolato abbia già acquisito, ai sensi di quanto previsto all'articolo 17 delle legge 27 febbraio 1985, n. 49, una partecipazione temporanea di minoranza nelle suddette cooperative.

Le agevolazioni di cui al presente decreto sono concesse al fine di sostenere:

  1. sull'intero territorio nazionale, la nascita di società cooperative costituite, in misura prevalente, da lavoratori provenienti da aziende in crisi, di società cooperative sociali di cui alla legge 8 novembre 1991, n. 381 e successive integrazioni e modificazioni e di società cooperative che gestiscono aziende confiscate alla criminalità organizzata;
  2. nei territori delle Regioni del Mezzogiorno, oltre a quanto previsto alla lettera a), lo sviluppo o la ristrutturazione di società cooperative esistenti.

Le società finanziarie sono autorizzate a concedere finanziamenti a tasso agevolato con una durata massima, comprensiva dell'eventuale periodo di preammortamento, di 10 anni a un tasso di interesse pari al 20 percento del tasso di riferimento europeo. In ogni caso, il tasso agevolato non potrà essere inferiore a 0,8 percento. I finanziamenti sono concessi per un importo non superiore a 4 volte il valore della partecipazione detenuta dalla società finanziaria nella società cooperativa beneficiaria e, in ogni caso, per un importo non superiore a euro 1.000.000,00. Nel caso vengano concessi a fronte di investimenti, possono coprire fino al 100 percento dell'importo del programma di investimento.

L'agevolazione è concessa ai sensi:

  1. dell'articolo 17 del Regolamento di esenzione e nei limiti delle intensità massime di aiuto ivi previste, qualora il finanziamento agevolato sia finalizzato alla realizzazione di un programma di investimento non avviato alla data di presentazione della richiesta di finanziamento alla società finanziaria, avente ad oggetto: i. la creazione di una nuova unità produttiva; ii. l'ampliamento di una unità produttiva esistente; iii. la diversificazione della produzione di un'unità produttiva esistente mediante prodotti nuovi aggiuntivi; iv. il cambiamento radicale del processo produttivo complessivo di un'unità produttiva esistente; v. l'acquisizione degli attivi direttamente connessi a una unità produttiva, nel caso in cui l'unità produttiva sia stata chiusa o sarebbe stata chiusa qualora non fosse stata acquisita e gli attivi vengano acquistati da un investitore indipendente,
  2. del Regolamento de minimis, nel caso in cui il finanziamento agevolato sia concesso a fronte di un programma di investimenti che non soddisfi le condizioni di cui alla lettera a), ovvero a fronte del finanziamento del capitale circolante e/o per il riequilibrio della struttura finanziaria della società cooperativa.

 

Nella GURI n. 116 del 21/05/2015 è pubblicato il decreto 16 aprile 2015 recante termini e modalità di presentazione delle domande per l'accesso alle agevolazioni per la nascita e lo sviluppo di società cooperative di piccola e media dimensione, di cui al decreto 4 dicembre 2014.

Le società cooperative proponenti sono tenute a presentare domanda di finanziamento agevolato e piano di investimento alle Società finanziarie a partire dal 20 luglio 2015 ai seguenti indirizzi:

a) CFI - Cooperazione Finanza Impresa Scpa, p.e.c.: cfi@pec.it;

b) SOFICOOP sc, p.e.c.: soficoop@pec.soficoop.it.

Nel caso di esaurimento delle risorse finanziarie è disposta la chiusura dello sportello per la presentazione delle domande.

La documentazione è disponibile sul sito del MISE: http://www.sviluppoeconomico.gov.it/index.php/it/incentivi/impresa/cooperative-nuova-marcora




Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina


Non ´┐Ż presente alcun ufficio di riferimento per questa pagina

[ inizio pagina ]